India

India’s Child Development Project Report

By Giugno 7, 2021#!30Mer, 29 Set 2021 10:42:37 +0000p3730#30Mer, 29 Set 2021 10:42:37 +0000p-10+00:003030+00:00x30 29am30am-30Mer, 29 Set 2021 10:42:37 +0000p10+00:003030+00:00x302021Mer, 29 Set 2021 10:42:37 +00004210429ammercoledì=706#!30Mer, 29 Set 2021 10:42:37 +0000p+00:009#Settembre 29th, 2021#!30Mer, 29 Set 2021 10:42:37 +0000p3730#/30Mer, 29 Set 2021 10:42:37 +0000p-10+00:003030+00:00x30#!30Mer, 29 Set 2021 10:42:37 +0000p+00:009#No Comments

Attualmente l'India ha un totale di 28 Stati (Province maggiori) e 8 Territori dell'Unione (Province minori). In termini di superficie, è il settimo paese più grande del mondo (3.287 milioni di km²) ed è il secondo stato più popoloso dopo la Cina. Ha una popolazione di 1391 milioni di persone, mentre il Tamilnadu conta 78,5 milioni di abitanti. Il Tamilnadu è costituito da una compagine di villaggi, piuttosto che da città, e il reddito dell’area dipende principalmente dall'agricoltura. L'anno scorso il Covid 19 ha colpito molte persone e il governo ha annunciato il blocco totale a partire dal 22 marzo 2020. Così è iniziata una nuova fase: da un lato le persone hanno dovuto procurarsi le basi per sfamarsi e dall'altro si sono dovute salvare usando vari espedienti e medicine. Chi vive alla giornata ha sofferto e lottato duramente per procacciare il necessario per il sostentamento. La condizione dei bambini è diventata ancor più complessa. Scuole e college sono stati chiusi per mesi e l'insegnamento si è svolto online. Poiché questa metodologia è nuova per noi, gli/le student* hanno affrontato diversi problemi. Per i più piccoli, figli di genitori analfabeti, è stato strano e difficile. Le famiglie ricche hanno fornito smartphone ai loro figli. Ma quelle povere non hanno potuto. Anche per gli insegnanti, passare online è riuscito complicato. Così il processo di apprendimento risulta totalmente danneggiato. Questa è stata la situazione generale durante la prima ondata di Covid 19.

Con il sostegno di alcuni sponsor abbiamo distribuito libri, quaderni e altro materiale scolastico ai/alle bambin*, aiutandol* molto. Il nostro anno accademico va dal 1 giugno al 31 maggio e siamo partiti online. Nel frattempo, il governo ha annunciato che gli iscritti al 9 °, 10 °, 11 ° e 12 ° standard avrebbero frequentato le lezioni in presenza dal 9 gennaio 2021. Sfortunatamente, non è durata a lungo a causa della seconda ondata di Covid 19. Poiché, inoltre, le scuole non hanno potuto terminare l'anno accademico 2019-20 svolgendo regolari esami finali nell'aprile 2020, tutte le/i bambine/i (tranne il 12 ° standard perché avevano già sostenuto alcune prove prima dell'annuncio del blocco) sono stati promossi alla classe successiva. Ma il lockdown continua.

Situazione dell’Island of Hope orphanage a Virudhunagar

Gli/le ospiti del centro studiano nelle scuole e nei college locali, rimasti chiusi a causa della pandemia. In aggiunta, il governo ha ordinato a tutte le case di beneficenza di riportare temporaneamente i/le bambin* dalle loro famiglie/tutori fino a nuovi ordini. Noi abbiamo preso accordi con i parenti per tenerne alcuni a casa, provvedendo al sostegno finanziario per il cibo e l’alloggio, tuttavia diversi di loro non hanno nessuno, quindi sono rimasti qui. Siamo felici di annunciare che tutti i nostri figli e le nostre figlie sono al sicuro; viene dato loro ogni tipo di supporto precauzionale, assistenza sanitaria e materiale scolastico. Inoltre abbiamo fornito l'elenco dei nomi dei/delle bambin* alle rispettive autorità locali per farli vaccinare. Al momento ci sono le vacanze estive, ma chi è al college frequenta regolarmente corsi online rimanendo all’Island of Hope orphanage. Affronteranno gli esami a distanza dal 25.05.2021. Il programma di insegnamento del governo attraverso il canale televisivo non ha avuto successo.

Situazione all'Ave Maria Center

La scuola secondaria superiore Ave Maria Matriculation School è chiusa a causa della pandemia. Il prossimo anno accademico inizierà a giugno 2021, e il blocco potrebbe continuare. Dobbiamo organizzare le lezioni online per i/le bambin* fino a quando non sarà consentita la frequenza fisica nelle aule. Le classi online possono essere seguite solo da chi ha uno smartphone. Abbiamo inviato istruzioni ai genitori affinché i loro figli frequentino al meglio, inoltre i nostri insegnanti stanno creando un sistema di vicinato per far partecipare tutti, anche chi non ha un telefono cellulare. Questa è la situazione in corso. Solo i custodi vivono all’Ave Maria Home.

Al momento le nostre sfide sono le seguenti:
1. Dobbiamo seguire e sostenere i bambini dei nostri centri da qui.
2. Aiutare i genitori dei bambini in età scolare che non hanno fonti di reddito.
3. Fornire libri e quaderni per le nuove classi.
4. Dare un salario agli insegnanti che gestiscono le lezioni online.

Siamo molto grati agli sponsor che stanno sostenendo i nostri progetti di sviluppo del bambino con le loro generose donazioni continuamente. Ringraziamo Energia per i diritti Umani per l'impegno profuso.

With love and unceasing gratitude
S. Peter Raj, General Secretary
AID INDIA

Dona amore

Rispondi

it_ITItaliano